COMUNICATO STAMPA: Nuovo studio presenta il piano per l'Economia Circolare utilizzando misure economiche esistenti

Bruxelles, 12/07/2017 - Un nuovo studio pubblicato oggi da Reloop Platform e Zero Waste Europe, e prodotto da Rezero, dimostra che gli strumenti economici esistenti possono portare l'Europa alla fase successiva dell'economia circolare. Lo studio esamina le misure esistenti e i sistemi di incentivi, che sono stati utilizzati con successo per prodotti come i contenitori per bevande, e identifica ulteriori flussi di rifiuti chiave che potrebbero trarre vantaggio da tali misure.

Si prevede che l'attuazione di misure quali sistemi di rimborso dei depositi, tasse rimborsabili e sistemi di riacquisto porterebbe a una forte riduzione dei rifiuti e una significativa riduzione dell'inquinamento da plastica. Tali strumenti sono già ampiamente utilizzati nel settore privato, ma devono ancora essere pienamente utilizzati da una prospettiva di politica pubblica.

Questo studio evidenzia il fatto che, nonostante il diffuso sostegno all'economia circolare tra tutte le parti interessate, le attuali politiche fiscali continuano a supportare un modello di economia lineare. Ciò è evidente nei tassi di raccolta inaccettabilmente bassi per tessuti (<20%), mozziconi di sigarette (<35%), batterie (<40%) e tassi ancora più bassi per altri flussi di rifiuti come le capsule di caffè. Senza forti incentivi economici per la raccolta, è improbabile che questi numeri cambieranno.

Joan Marc Simon, Direttore di Zero Waste Europe, ha dichiarato: “Il passaggio da un'economia lineare a un'economia circolare richiederà la modifica degli incentivi economici. Questo studio fornisce una grande cassetta degli attrezzi per raddoppiare o addirittura triplicare i tassi di raccolta per una varietà di materiali, compresi i flussi di rifiuti con gli schemi EPR (responsabilità estesa del produttore) esistenti ".

Clarissa Morawski, amministratore delegato di Reloop Platform, ha dichiarato: “La restituzione del deposito è stata utilizzata per acquisire elevate quantità di contenitori di bevande vuoti per decenni. Con più di 35 sistemi di successo in tutto il mondo e in crescita, forse è tempo che i governi considerino questo strumento economico per i propri paesi o regioni. Basta guardare ai programmi di best practice e seguire il loro esempio. "

Lo studio propone una serie di strumenti economici per aumentare la raccolta e il recupero di vari flussi di rifiuti tra cui:

  • Un sistema di deposito per telefoni cellulari: propone di integrare gli attuali sistemi EPR per RAEE con un deposito rimborsabile applicato sui telefoni cellulari al fine di fornire incentivi per aumentare i tassi di raccolta di un prodotto che contiene un numero elevato di materiali scarsi e strategici.
  • Un nuovo sistema EPR per i tappeti, che aiuterebbe ad aumentare l'attuale basso tasso di riciclaggio (<3%) di questo flusso di rifiuti.
  • Un sistema di deposito per tazzine da caffè per promuovere l'uso di tazzine riutilizzabili, che ridurrà gli oltre 15 miliardi di unità di tazzine da caffè usa e getta che ogni anno vanno sprecate in Europa.

Per raggiungere gli ambiziosi obiettivi dell'economia circolare è essenziale considerare tutte le misure possibili. Questo studio evidenzia i passi chiave che possono essere compiuti immediatamente, in base alla legislazione esistente, per far compiere all'Europa un grande balzo in avanti verso un'economia circolare.

Per leggere lo studio, clicca qui.